Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

5 mila euro falsi, 282 marche da bollo e 200 assicurazioni

Terzigno (Na), Polizia scopre centrale del falso


Terzigno (Na), Polizia scopre centrale del falso
17/03/2009, 14:03

Una persona arrestata, circa 5 mila euro falsi, 282 marche da bollo e oltre 200 attestati di assicurazione falsificati sequestrati è il bilancio di un’operazione di Polizia Giudiziaria eseguita a Terzigno dagli agenti del Commissariato di Polizia San Giuseppe Vesuviano.
Salvatore Caldarelli, 48enne, è stato arrestato con l’accusa di riciclaggio e ricettazione di carte di circolazione e certificati di proprietà rubati , falsificazione di monete, spendita e introduzione nello Stato di 49 banconote da 100 euro ciascuna, falsificazione di valori di bollo di circa 282 marche da bollo dell’importo di 14.62 e falsità materiale commessa da privato.
L’arresto di Caldarelli, s’inquadra nell’ambito di una vasta indagine che tempo stava conducendo il Commissariato di Polizia circa una centrale del falso attiva alle falde del Vesuvio.
I poliziotti, nel tardo pomeriggio di ieri, nell’effettuare un blitz presso uno stabile ubicato a Terzigno, dopo aver circondato il perimetro del palazzo, in attesa che fosse aperto il portoncino d‘ingresso, hanno recuperato una grossa busta che era stata lanciata dall’alto dello stabile in una campagna adiacente.
All’interno della busta oltre alle banconote, tecnicamente di ottima qualità, ai valori bollati contraffatti nell’indicazione dell’importo modificato in una cifra superiore, attestati temporanei intestati all’Assicurazione INA- Assitalia, Sara e polizze assicurative non compilate della Toro Assicurazione contraffatte.
La perquisizione ha interessato un garage di circa 250 mq sottostante a un primo piano adibito all’attività commerciale di vendita di lampadari nonché all’abitazione del predetto.
Infatti nel garage, la polizia ha rinvenuto e sequestrato anche diverse patenti di guida a cui erano state apposte foto di altri intestatari nonché codici fiscali e un passaporto intestato a un cossovaro, il cui materiale oltre a quello già sequestrato rinvenuto nella busta lanciata era destinato al mercato delle polizze assicurative false.
Tra i lampadari, la Polizia ha ritrovato un scatolo al cui interno erano stipate 10 carte d’identità, 45 cambiali non compilate, altri certificati di proprietà, 73 tagliandi adesivi utilizzati per il trasferimento di proprietà dei veicoli e 160 tagliandi adesivi utilizzati per la revisione dei veicoli.
Nel corso delle indagini si accertava che le carte di circolazione risultavano da ricercare in quanto compendio di furto presso la Motorizzazione Civile di Agrigento e altri rubati a Foggia.
L’uomo, che registra precedenti specifici, è stato accompagnato al carcere di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©