Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Inascoltata la richiesta spiegazioni di Sonia Alfano (Idv)

Testimone di 'ndrangheta da 2 mesi senza protezione


Testimone di 'ndrangheta da 2 mesi senza protezione
16/03/2011, 09:03

ROMA - Sono ormai quasi due mesi che a Giuseppina Cordopatri è stata tolta la protezione che le spetta come testimone in un processo di 'ndrangheta. Alla donna, però non è stato mai comunicato nulla. Semplicemente un giorno, tornando a casa, ha trovato la serratura dell'appartamento, che il Ministero dell'Interno le aveva messo a disposizione, cambiata. E lei non ci ha potuto più entrare, neanche per recuperare le sue cose personali.
Sulla vicenda già a fine febbraio intervenne l'eurodeputata dell'Idv, Sonia Alfano, che chiese al Ministro dell'Interno Roberto Maroni di dare una risposta alla donna sulla vicenda. Una risposta che però a quanto pare non c'è mai stata. La Cordopatri continua a vivere per conto suo, sperando solo di non incrociare qualche killer della 'ndrangheta mandato ad ammazzarla.
Una vicenda che ricorda quella di Lea Garofalo, anche lei testimone della 'ndrangheta, a cui ad un certo punto venne tolta la scorta, e che venne uccisa dall'ex marito che la attirò in una trappola sfruttando il suo affetto per la figlia. La donna venne costretta a salire in macchina, portata in un casolare abbandonato dove venne torturata e poi uccisa. Sperando che alla Cordopatri non stiano per riservare un destino simile.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©