Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sconcertanti dichiarazioni del politico del Carroccio

Torazzi (Lega): "I magistrati del sud favoriscono la mafia"



Torazzi (Lega): 'I magistrati del sud favoriscono la mafia'
07/09/2011, 13:09

MILANO - Non cessa di stupire l'atteggiamento razzista degli esponenti della Lega Nord. L'ultimo, in ordine di tempo, è Alberto Torazzi, capogruppo del Carroccio in Commissione attività produttive. Intervistato ai microfoni di Radio Padania, Torazzi - qui nella registrazione fatta da Daniele Sensi - si è lanciato in insulti contro i meridionali e in particolare ai magistrati meridionali: "Se, oltre ad avere un ministro dell'Interno padano, avessimo anche i magistrati padani, probabilmente in Padania la mafia non esisterebbe, perché la nostra magistratura, che è fatta tutta di ragazzi del sud coi loro burocrati del sud, è un autentico groviera di informazioni: come fa uno a denunciare un mafioso se il mafioso, dopo tre minuti, lo sa perché viene informato da qualcuno, dagli amici? Perché questi sono così: qualcuno sarà codardo, qualcuno sarà venduto, qualcuno semplicemente facilone... Poi il magistrato, quando tornerà dalle ferie, quando avrà voglia, quando penserà che, interverrà, perché questa è la loro cultura, il loro modo di fare. La Lega è fatta di Maroni che ha arrestato tantissimi mafiosi, ma è fatta anche di molti sindaci coraggiosi, come Cesarino Monti e Gentilini, che hanno preso iniziative contro i mafiosi, contro il riciclaggio, contro gli islamici (e che c'entrano con la mafia? ndr); poi è però intervenuta la Corte Costituzionale che, putacaso (espressione presa da una vecchia trasmissione TV degli anni '70, ndr), è fatta tutta di ragazzi del sud che, putacaso, vengono da regioni mafiose".
E questo con buona pace dei Falcone, dei Borsellino, dei Livatino, dei Cassarà e di tutti gli altri magistrati ed esponenti dello Stato che sono stati al sud e che sono stati ammazzati dalla mafia

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©