Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Il Pm aveva chiesto il triplo, 24 anni

Torino: 8 anni di carcere per droga per l'ex calciatore Padovano


Torino: 8 anni di carcere per droga per l'ex calciatore Padovano
12/12/2011, 16:12

TORINO - Pesante pena nei confronti dell'ex calciatore Michele Padovano, quella inflitta dal Tribunale di Torino: otto anni ed otto mesi per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta comunque di una pena lieve, rispetto alle richieste del Pm, che aveva chiesto una condanna a 24 anni.
Padovano iniziò a giocare a calcio in C/2 nel 1985/86, con l'Asti. Dopo alcuni anni di gavetta tra serie C e serie B, nel Cosenza, con cui conquistò anche la promozione in B (per la prima volta per la formazione calabrese), venne notato prima dal Napoli, con cui giocò un campionato nel 1991/92, poi dal Genova che lo prestò per due anni alla Reggiana. Ma il suo boom avvenne nel 1995, quando venne preso dalla Juventus. Giocò due stagioni fenomenali, vincendo moltissimo: uno scudetto, una Champions League, una Supercoppa italiana ed una Supercoppa europea. Poi lo sfortunato incidente: durante un allenamento, in vista della sua seconda partita in Nazionale contro la polonia, scivola mentre batte un rigore e si procura uno strappo da cui non si risolleva più. Giocherà (molto poco) ancora nel Crystal Palace, in Inghilterra; nel Metz in Francia; e col Como. Nel 2001 appende le scarpette al chiodo e comincia a fare il manager. Inizia nella Reggiana, Poi per un anno lavora nel Torino e nell'Alessandria. Ed è in questo periodo che viene arrestato ed accusato di aver finanziato un grosso spaccio di hashish proveniente dal Marocco attraverso la Spagna. Inizialmente nell'inchiesta vennero coinvolti, tra i tanti, gli ex calciatori Gianluca Vialli e Nicola Caricola, poi risultati estranei ai fatti. Ed oggi quel processo è arrivato a conclusione, almeno per quanto riguarda il primo grado.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©