Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Calunniò i leader del centrosinistra

Torino: arrestato Igor Marini, deve scontare 5 anni di prigione


Torino: arrestato Igor Marini, deve scontare 5 anni di prigione
20/09/2010, 15:09

TORINO - Sono scattate oggi le manette ai polsi di Igor Marini, che deve scontare una pena di 5 anni di reclusione per le calunnie ai danni del giudice Bice Barborini. Marini ebbe il suo momento di gloria nel 2003, quando accusò falsamente tre degli allora leader del centrosinistra - Romano Prodi, Walter Veltroni e Lamberto Dini - di avere intascato una tangente per dare il via libera all'acquisto di quote di Telekom Serbia da parte della Telecom italiana. Si costituì anche una commissione di inchiesta, guidata dal deputato di AN Trantini, che però si guardò bene dal fare inchieste e fu usata strumentalmente solo per attaccare Prodi. In realtà la storia non stava in piedi sin dall'inizio, a cominciare dal dettaglio molto inverosimile che i tre conti correnti su cui sarebbero state versate le tangenti si chiamavano Mortadella, Bruco e Ranocchio. Quando poi la magistratura scoprì Marini che prendeva una valigia di documenti dall'avvocato Taormina, si capì che era tutto falso e il supertestimone divenne pluri-imputato. Le calunnie contro i parlamentari vennero spostate a Roma, dove da allora dormono sonni tranquilli; invece il Tribunale di Torino ha condannato, con sentenza passata in giudicato, Igor Marini a 5 anni. Secondo lui, aveva riferito al magistrato Barborini delle tangenti, ma lei gli avrebbe risposto: "Se lo tenga per sè. Vuole farci uccidere?". Circostanza negata dal magistrato e mai dimostrata, da qui la condanna per calunnia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©