Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Torino: CasaPound Italia, distrutta a colpi di martello la lapide delle foibe


Torino: CasaPound Italia, distrutta a colpi di martello la lapide delle foibe
11/02/2011, 15:02

Torino, 11 febbraio - "Dopo la Giornata del Ricordo e a pochi giorni dal corteo in onore dei martiri delle Foibe, ignoti hanno distrutto la lapide che ricorda il dramma vissuto dalle popolazioni Istriane e Dalmate". Lo dichiara Marco Racca, coordinatore piemontese di CasaPound Italia, che spiega: "Hanno colpito, presumibilmente a martellate, la lapide del villaggio Santa Caterina a Torino dove ancora oggi vivono le famiglie degli esuli".

"Hanno agito da vigliacchi come i partigiani comunisti di Tito che massacrarono migliaia di italiani per attuare il loro progetto di pulizia etnica. Hanno agito di notte, nascosti, per portare a termine la loro 'rivoluzionaria missione' - ironizza Racca - e con estrema eleganza si sono anche firmati sui muri con 'Carogne tornate nelle fogne'".

"Questo gesto - osserva il coordinatore di Cpi Piemonte - è sicuramente frutto dell'impotenza culturale e politica di certi gruppi ormai marginali nella società che vivono solo più di odio e rancore.
Siamo vicini alle famiglie degli esuli colpiti da questo atto vergognoso e alle Associazioni che li rappresentano e invitiamo tutti i cittadini ad unirsi domenica 13 febbraio alla nostra fiaccolata in onore dei Martiri delle Foibe"

"Speriamo - conclude Racca - che le istituzioni condannino il gesto e partecipino alla Fiaccolata così da poter testimoniare in maniera tangibile la loro vicinanza agli esuli e ai parenti delle vittime dell'odio etnico anti-italiano".

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©