Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Ha falsificato il bilancio per non restituire 5 milioni

Torino: Chiara Appendino indagata per falso in atto pubblico


Torino: Chiara Appendino indagata per falso in atto pubblico
17/10/2017, 11:48

TORINO - Ancora guai giudiziari per la sindaca di Torino Chiara Appendino. Infatti è stata iscritta a registro degli indagati con l'accusa di falso in atto pubblico. La vicenda riguarda un prestito da 5 milioni fatto dalla società Realm al Comune di Torino sotto la giunta Fassino che doveva essere restituito nel 2017. ma la Appendino, d'accordo con i suoi assessori (almeno secondo l'accusa), ha truccato il bilancio, spostando la scadenza del debito di 5 milioni di un anno, al 2018. Per questo è stata denunciata dal capogruppo del Pd, Stefano Lorusso, e dall'esponente di destra Alberto Morano. 

Anche la stessa Appendino ha confermato l'iscrizione nel registro degli indagati in un comunicato: "Vi comunico che mi è appena stato notificato un avviso di garanzia dalla Procura di Torino per la vicenda Ream. Sono assolutamente serena e pronta a collaborare con la magistratura, certa di aver sempre perseguito con il massimo rigore l'interesse della Città e dei torinesi. Desidero essere ascoltata il prima possibile al fine di chiarire tutti gli aspetti di una vicenda complessa relativa all’individuazione dell’esercizio di bilancio al quale imputare un debito che questa amministrazione mai ha voluto nascondere". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©