Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

La motivazione sarebbe un forte risentimento

Torino: fermato il professionista che sparò al consigliere Musy


Nella foto a sinistra Furchi, l'uomo che è stato fermato
Nella foto a sinistra Furchi, l'uomo che è stato fermato
30/01/2013, 11:07

TORINO - La Polizia ha fermato un uomo, colui che lo scorso 21 marzo sparò al consigliere comunale Alberto Musy. Si tratta di Francesco Furchi, presidente dell'associazione Magna Graecia Millenium, che "opera nel campo della cultura, della solidarietà, della diffusione dei valori della calabresità in terra di Piemonte". Lavora in uno studio professionale a poca distanza da quello in cui Musy esercitava la sua professione di avvocato. E il movente starebbe in un forte risentimento causato proprio dalla vicinanza dei due studi. Maggiori dettagli verranno resi noti alle 12, in una conferenza stampa. Tuttavia si è saputo che si è arrivati all'uomo grazie alle indagini delle celle telfoniche, fatte verificando la posizione dei conoscenti di Musy rispetto alle varie celle.  
Musy venne colpito la mattina del 21 marzo da 6 colpi di pistola mentre stava uscedno di casa. Da allora è ricoverato in ospedale, ma non ha più ripreso conoscenza. E' in coma, ricoverato presso una casa di cura riabilitativa.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©