Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ora elezione di Cota diventa illeggittima

Torino: Giovine condannato per firme false alle elezioni del 2010


Torino: Giovine condannato per firme false alle elezioni del 2010
30/06/2011, 14:06

TORINO - Il Tribunale di Torino ha condannato in primo grado Michele Giovine a 2 anni e 8 mesi di reclusione, per aver presentato, alle elezioni regionali in Piemonte del 2010, una lista di candidati, senza che nessuno di loro avesse firmato per parteciparvi. Tutte le firme, per come è emerso nel processo, sono state falsificate dallo stesso Giovine o dal padre Carlo, condannato anche lui a due anni e due mesi di reclusione.
La condanna di Giovine è però importante anche dal punto di vista politico. Infatti, la lista in questione ("Pensionati per Cota") era schierata per l'attuale Presidente della Regione ed ebbe 27 mila voti. Considerando che Cota vinse su Mercedes Bresso di soli 10 mila voti, appare evidente che senza questa che è stata riconosciuta come una truffa elettorale, l'esponente leghista non avrebbe potuto vincere.
La sentenza dovrebbe avere effetto anche sui tanti ricorsi al Tar presentati contro l'elezione, ed ancora sospesi proprio in attesa di questa sentenza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©