Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Avevano anche un diario pre "registrare" i vari furti

Torino: piccoli Robin Hood derubavano i coetanei ricchi, arrestati


Torino: piccoli Robin Hood derubavano i coetanei ricchi, arrestati
03/04/2010, 09:04

VENARIA REALE (TORINO) - Rubavano ai coatenai ricchi per dare a se stessi: tre ragazzi della provincia di Torino, tutti incensurati, riempivano di botte i propri coetanei benestanti e poi si facevano consegnare denaro, eventuali preziosi e telefonini. Avevano anche un vero e proprio diario dove annotavano le loro "imprese" e dei soprannomi da baby gang. Il più grande leader della banda è Andrea D.G, 20 anni, conosciuto come "Pitbull". Poi c'erano Omar L. detto Toro (più piccolo di un anno) ed il minorenne (17 anni) D.G detto la Iena. 
Si muovevano sempre in gruppo ed aggredivano i ragazzini ricchi perchè ritenuti ingiustamente più fortunati. Dopo diversi pestaggi e furti, i tre piccoli teppisti sono stati individuati dai carabinieri grazie ad un telecamera ed arrestati con le accuse di rapina aggravata e lesioni personali. Andrea e i suoi due compagni avevano infatti svuotato le tasche a cinque coetanei  (tra cui due ragazze) fuori ad un pub di Venaria.
I tre delinquenti erano ragazzi insospettabili, che frequentavano la scuola ottenendo anche buoni voti. In seguito alla perquisizione delle autorità, in casa del "Pitbull" è stato ritrovato anche il diario della banda e si è scoperto, inoltre, che i tre avevano anche un gruppo su Facebook chiamato la "famiglia".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©