Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La 19enne rifiutava l'amore del suo connazionale

Torino, sfregia una ragazza, marocchino finisce in manette


Torino, sfregia una ragazza, marocchino finisce in manette
01/09/2010, 09:09

TORINO - E' finito in manette l'uomo di nazionalità marocchina che giovedì scorso ha sfregiato con l'acido muriatico una sua connazionale di 19 anni, Hasna Beniliha. Una vendetta per un amore respinto nei confronti di una ragazza considerata troppo disinibita. Hasna, ricoverata al Cto di Torino, rischia di perdere un occhio. Giovedì notte la ragazza aveva appuntamento con alcune amiche e mentre andava a trovarle Abderrahim Soufi si è avvicinato a lei e l'ha aggredita rovesciandole addosso l'acido muriatico. Hasna ha riportato ustioni sul 20% del corpo. Soufi, che ora si trova nel carcere di Asti, è accusato di lesioni gravissime e lesioni gravi, con le aggravanti dell'uso di sostanza corrosiva, della premeditazione, dello sfregio permanente e della probabile perdita di un occhio da parte della vittima. Altre tre persone infatti sono state colpite dagli schizzi di acido. Il procuratore aggiunto di Torino Paolo Borgna afferma: "Abderrahim Soufi ha aggredito la ragazza come se si trattasse di una merce, di un oggetto".

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©