Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Il Coisp: "Giustizia spietata contro di loro"

Tornano liberi i poliziotti che uccisero Aldrovandi


Nella foto Federico Aldrovandi
Nella foto Federico Aldrovandi
28/07/2013, 20:38

BOLOGNA - Paolo Forlani, Monica Segatto e Luca Pollastri, tre degli agenti condannati per l'omicidio di Federico Aldrovandi, da lunedì saranno liberi dagli arresti domiciliari a cui erano stati vincolatri per scontare 6 mesi dei 3 anni e mezzo della pena a cui sono stati condannati. 
A darne notizia, senza nascondere la soddisfazione, è il sindacato di Polizia Coisp: "Domani sarà un giorno speciale anche perché registreremo il primo caso in Italia di condannati per mera colpa che scontano fino all'ultimo secondo della loro pena non in libertà. Finalmente la storia ha trovato qualcuno a cui far sentire tutta la severità della legge che diventa spietatezza: quando si deve rispondere all'onda emotiva che si leva dalla piazza ed alla voglia di vendetta di qualcuno che evidentemente conta più degli altri". 
Il quarto agente Enzo Pontani sarà libero anche lui tra pochi giorni. E così i quattro potranno tornare al loro lavoro, dopo aver ucciso un giovane che se ne andava camminando per i fatti suoi e dopo aver scontato solo poche settimane di arresti domiciliari. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©