Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Francesco Gallo stava scontando la pena a Monza

Torre Annunziata: ai domiciliari il boss dei Gallo-Cavalieri


.

Torre Annunziata: ai domiciliari il boss dei Gallo-Cavalieri
14/07/2010, 17:07

TORRE ANNUNZIATA – Torna ai domiciliari Francesco Gallo, 53 anni, detto Ciccio ‘o cavaliere, detenuto fino ad ieri nel carcere di Monza. La Corte d’Appello, infatti, ha accolto l’istanza presentata dagli avvocati del 53enne facendogli così ottenere la pena alternativa.
L’uomo, reggente del clan Gallo-Cavalieri, operante a Torre Annunziata, fu arrestato nel 2009 dai carabinieri della locale compagnia. Ricercato dal 2006, venne catturato per aver violato il regime di sorveglianza speciale, prescrizione arrivata dopo una condanna scontata per associazione camorristica.
Gallo fu bloccato dai militari oplontini, guidati dal capitano Luca Toti, a casa sua in via Cavour, dove si era recato per festeggiare il suo onomastico con i parenti. Alla vista degli uomini in divisa, il 53enne, cercò di fuggire attraverso un’intercapedine tra le pareti della sua abitazione che nascondeva una botola. Un tentativo inutile; raggiunto dai carabinieri, per lui scattarono le manette.
Un arresto importante e simbolico con cui le forze dell’ordine dimostrarono chiaramente che la loro attenzione non era puntata soltanto sul clan Gionta, che in quel periodo subì una serie di arresti eccellenti, ma anche sul clan rivale dei Gallo-Cavalieri.
Da ieri però, si sono aperte le porte del carcere e Gallo sconterà il resto della pena ai domiciliari

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©