Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il blitz in via Torretta di Siena,alla periferia della città

Torre Annunziata, la polizia sequestra giubbotti e cartucce


.

Torre Annunziata, la polizia sequestra giubbotti e cartucce
04/06/2010, 14:06

TORRE ANNUNZIATA - Sequestrati dalla polizia quattro giubbotti antiproiettili, oltre 160 proiettili di vario calibro, marca e modello. L’operazione è stata condotta dagli agenti del commissariato di Torre Annunziata, agli ordini del primo dirigente Rosaria Amato e del commissario capo Elvira Arlì. A seguito di indagini e controlli, i poliziotti hanno individuato in un locale cantinato di via Torretta di Siena, al civico 18, il probabile nascondiglio di armi, munizioni e giubbotti. Il blitz delle forze dell’ordine è scattato l’altra sera nella zona periferica della città, ai confini con Boscoreale. All’interno del locale, dopo un’accurata ispezione, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato giubbotti e proiettili ben nascosti tra cumuli di materiali vari e in disuso. Il nascondiglio di armi e munizioni in una zona ritenuta dagli inquirenti gestita dal clan Gionta, operativo nella città oplontina. Dopo il sequestro, la polizia è al lavoro per chiarire a chi fosse destinato il materiale sequestrato e soprattutto con quale finalità. Il ritrovamento è segno di una nuova riorganizzazione dei sodalizi criminali del territorio, decapitate a seguito degli arresti degli ultimi tempi. Quello in via Torretta di Siena, infatti, è il secondo sequestro messo a segno dagli agenti del locale commissariato nel giro di due settimane a Torre Annunziata. Il blitz nel rione Murattiano portò al sequestro di una pistola semiautomatica calibro 9, con caricatore e 12 proiettili, una pistola Smith e Wesson calibro 38 e 60 panetti di hashih. 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©