Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli operai chiedono il reintegro in servizio

Torre Annunziata: Officine Torresi, lavoratori a rischio


.

Torre Annunziata: Officine Torresi, lavoratori a rischio
15/06/2010, 16:06

TORRE ANNUNZIATA - Hanno occupato simbolicamente la fabbrica i 45 operai dell’azienda di via Terragneta  a Torre Annunziata in cassa integrazione da mesi. Chiedono garanzie occupazionali per il futuro. I lavoratori protestano perché secondo l’accordo sindacale del 2007, le tre società acquirenti, subentrate alle direzione dello stabilimento industriale, avrebbero  dovuto provvedere alla riassunzione dei lavoratori. E invece ad oggi la situazione non è cambiata. Sale la tensione degli operai che in segno di protesta sono saliti sui capannoni. Per placare gli animi, sul posto è intervenuta anche la polizia. “L’accordo stipulato nel 2007 che prevedeva la riconversione industriale non è stato mantenuto - attaccano i lavoratori - ci siamo ritrovati con un altro imprenditore ed altri lavoratori”. Cresce l’esasperazione. “Una situazione diventata intollerabile, lavoriamo in questa azienda da circa 30 anni, ci sentiamo presi in giro – attaccano i lavoratori – oggi ci ritroviamo senza lavoro. Senza contare che percepiremo i soldi della cassa integrazione solo alla fine di agosto.”. A sostegno degli operai, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali. “La protesta - dice Alfredo Veropalumbo della Fiom – Cgil – continuerà finchè non sarà fatta chiarezza sul futuro dei lavoratori. Grazie all’intervento della polizia, abbiamo ottenuto la possibilità di un incontro con i nuovi vertici dello stabilimento industriale”.  

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©