Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Torre del greco: nucleo familiare in carcere per minaccia aggravata dal metodo mafioso


Torre del greco: nucleo familiare in carcere per minaccia aggravata dal metodo mafioso
23/07/2012, 11:29

questa mattina, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia a carico di 4 persone: padre, madre, figlio e compagna di quest’ultimo.
la storia che ha portato all'emissione del provvedimento restrittivo è cominciata con l’arresto di Leonardo Mazza, classe ‘84, effettuato dai cc l'11 maggio perchè l'uomo era stato trovato in possesso durante perquisizione domiciliare di una pistola semiautomatica calibro 7,65.
dopo l’ arresto, davanti al Sostituto Procuratore della DDA di Napoli che si occupava della faccenda, Mazza aveva dichiarato di aver custodito l’arma per conto di Giuseppe Terrone, classe ’90, affiliato al clan “DI GIOIA”, già detenuto per reati di camorra.
Le dichiarazioni del 28enne, appieno riscontrate, hanno causato la reazione dei genitori di Terrone e della sua compagna che in data 23 maggio, hanno minacciato di morte i familiari di Mazza affinchè convincessero quest’ultimo ritrattasse le dichiarazioni rese all’AG.

Per Terrone Giuseppe e i genitori il GIP ha disposto la custodia cautelare in carcere mentre per la compagna -al nono mese di gravidanza- ha disposto gli arresti domiciliari.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©