Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli arrestati medicati al pronto soccorso del Maresca

Torre del Greco: rissa davanti al bar, tre arresti


.

Torre del Greco: rissa davanti al bar, tre arresti
12/06/2010, 12:06

TORRE DEL GRECO -  Una rissa scoppiata fuori da un bar di Torre del Greco. Il provvidenziale intervento dei carabinieri che ha evitato il peggio. E tre persone finite in manette. Sono questi gli ingredienti di una vicenda che vede protagonisti tre giovani residenti in città.
Nella giornata di ieri, infatti, i carabinieri della locale aliquota radiomobile hanno tratto in arresto Luigi Di Cristo, 25 anni, Salvatore Castello di 24 anni e Michele Formisano, 28enne. Tutti incensurati e per i quali è scattata l’accusa di rissa aggravata.
I fatti si sono svolti nella giornata di ieri in via Alcide De Gasperi dove i tre giovani si stavano intrattenendo davanti ad un bar, il “Cuba libre”.
Ancora non sono chiare le motivazioni ma, improvvisamente,  gli animi si sono surriscaldati e i tre hanno iniziato a litigare. Prima soltanto una serie di insulti, poi dalle parole si è passati ai fatti e dunque ad una vera e propria aggressione fisica che ha coinvolto anche il folto gruppo di persone che, in quel momento, era presente nel locale di via De Gasperi. Calci, pugni e spintoni sferrati da più parti. Una vera e propria rissa che ha attirato l’attenzione dei carabinieri della compagnia di viale Campania  che, proprio nello stesso momento, si trovavano a percorrere la strada che conduce sul lungomare torrese.
I militari, impegnati in un normale servizio per il controllo del territorio, hanno notato la scena e sono dunque prontamente intervenuti, mettendo fine alla rissa. In particolare i carabinieri hanno bloccato i tre giovani che si stavano azzuffando.
Per Di Cristo, Castello e Formisano, dunque, sono scattate le manette e l’arresto con l’accusa di rissa aggravata. Durante la lite due dei tre ragazzi coinvolti, hanno riportato lievi ferite ed escoriazioni su tutto il corpo; per questo sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale Maresca per essere medicati. Per loro i sanitari hanno stabilito una prognosi rispettivamente di cinque e sette giorni.
Al momento, i tre giovani arrestati sono in attesa di essere processati con rito direttissimo.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©