Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli inquirenti stanno cercando di risalire ai colpevoli

Toscana, foto hard di minorenni sul sito di un locale gay


Toscana, foto hard di minorenni sul sito di un locale gay
04/02/2011, 18:02

TORRE DEL LAGO – Avevano sguardi languidi e pose ammiccanti. Erano mezze nude, scoperte quel tanto che bastava a far galoppare l’immaginazione. Non si tratta di donne, magari giovani, che vendevano il proprio corpo. No, qui si parla di bambine. Piccole al di sotto dei 10 anni, costrette a imbastire movenze osè per scatti a dir poco imbarazzanti, che poi venivano “postate” sul sito di un locale gay di Torre del Lago, vicino a Pisa.
Così è finito sotto sequestro il sito Internet del “Mamamia”, gestito non dai proprietari della discoteca ma da amministratori differenti adesso, gi inquirenti stanno cercando di risalire alla responsabilità di quanto accaduto.
Allo stesso indirizzo web molti potevano inviare link e messaggi dall’alto contenuto pedopornografico. Alessio Di Giori, socio e amministratore del Mamamia ha dichiarato: "E' chiaro che il locale è totalmente estraneo ai fatti e naturalmente condanniamo in maniera decisa quanto è accaduto. Come locale più frequentato di Torre del Lago, anzi, abbiamo da sempre sentito una responsabilità che ci ha spinto ad intraprendere iniziative a favore dell'infanzia, come la promozione di adozioni a distanza, e l'impegno per migliorare il rapporto tra genitori e figli. La direzione e i tecnici si sono subito messi a collaborare con la polizia. Qualcuno ha voluto tirarci un brutto scherzo".

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©