Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

TRA UN MESE LE PROCURE RISCHIANO DI NON POTER FARE PIU' INTERCETTAZIONI


TRA UN MESE LE PROCURE RISCHIANO DI NON POTER FARE PIU' INTERCETTAZIONI
30/10/2008, 10:10

Research Control System, Sio, Area: sono tre società lombarde, sconosciute ai più, ma sane e che occupano 300 persone con un'alta specializzazione. Ma sono le società probabilmente più importanti in Italia, nella lotta contro il crimine. Infatti, attraverso di loro e dei loro strumenti passano il 70% delle intercettazioni telefoniche disposte dalle Procure italiane. Ma lo Stato non le paga, ed ormai queste società hanno accumulato un credito nei suoi confronti di 140 milioni. Per cui hanno presentato al Ministero di Grazia e Giustizia una lettera ultimatum: o saranno pagati entro un mese, o a partire al primo dicembre dovranno chiudere le loro attività. E questo sarebbe un dramma, visto che gran parte dei processi che avvengono contro mafia e camorra, contro lo spaccio di droga e la tratta delle donne che poi vengono costrette a prostituirsi, quasi tutti questi processi si basano molto sulle intercettazioni. Se le richieste delle tre società lombarde non fossero esaudite. premere lo "stop" significherebbe il blocco di indagini che vanno avanti da anni contro i settori più potenti della criminalità organizzata e del terrorismo internazionale.

Il Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi ha sempre detto di volere incrementare la sicurezza dei cittadini. Questa volta non basterà dirlo, dovrà farlo, oppure i casalesi avranno vinto un'altra battaglia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©