Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Trafficavano assegni rubati, 4 arresti


Trafficavano assegni rubati, 4 arresti
22/04/2009, 16:04

Quattro ordinanze di custodia cautelare e un indagato a piede libero per un traffico illecito di assegni rubati tra la Campania, il Lazio e la Romagna. E' questo il risultato di un'inchiesta partita da Ravenna, parallelamente ad un'indagine sul doping nel mondo dei cavalli. Ad emettere i provvedimenti è stato il Gip Corrado Schiaretti su richiesta del Pm Cristina D'Aniello. I reati contestati sono ricettazione e truffa aggravata. A comporre la banda erano un benzinaio della provincia di Ravenna, un allenatore e driver del ferrarese, un imprenditore edile del frusinate, un dipendente di un ufficio postale di Ravenna e un commerciante del casertano, l'unico per cui non è stata emessa l'ordinanza. Ognuno di loro aveva compiti precisi: c'era chi recuperava illecitamente gli assegni, chi preparava i documenti di identità falsi e chi li usava per aprire conti correnti postali dove incassare il denaro grazie alla complicità del dipendente ravennate. Impossibile, almeno per ora, stabilire le dimensioni economiche della truffa. I Nas, comunque, sono riusciti a bloccare l'incasso di circa 25mila euro, oltre al sequestro di moltissimi documenti contraffatti già usati in passato. Durante le perquisizioni, inoltre, sono saltate fuori anche decine di confezioni di farmaci dopanti per cavalli da corsa. Gli indagati saranno interrogati nei prossimi giorni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©