Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In azione i carabinieri di Torre Annunziata

Traffico d'auto rubate, tre arresti a Pompei


.

Traffico d'auto rubate, tre arresti a Pompei
16/01/2010, 11:01

POMPEI – Blitz dei carabinieri di Torre Annunziata in una carrozzeria di Pompei dove venivano contraffatti i telai di auto rubate. Tre persone sono finite in manette con l’accusa di ricettazione. L’operazione, volta a contrastare il traffico internazionale di auto rubate, è stata condotta dai militari della città oplontina, coordinati dal capitano Luca Toti.
A seguito di una telefonata che segnalava la presenza di un’autocarrozzeria con all’interno autovetture d’illecita provenienza in via Nolana a Pompei, alla periferia della città, i carabinieri si sono recati sul posto e hanno tratto in arresto tre persone. Secondo l’accusa i tre rivendevano auto dopo aver cambiato il numero di targa e il colore. Si tratta di Francesco Di Casola, classe ‘82, residente a Pompei; Antonio Di Casola, nato nel 1953, padre di Francesco; Domenico Pirozzi, del ‘72, di Pompei. I carabinieri hanno sorpreso i tre mentre contraffacevano il telaio di: un “Audi A4” intestata ad una persona residente a Bologna e il cui furto era stato denunciato il 12 dicembre scorso e di  una “BMW serie 1” intestata ad una persona di Ladispoli in provincia di Roma e rubata sempre nel mese di dicembre. Nel corso dell’operazione, inoltre, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 4 fucili e 808 cartucce di vario calibro, intestati a Antonio Di Casola. Espletate le formalità di rito, gli arrestati sono stati tradotti presso il carcere di Poggioreale a Napoli, a disposizione dell’autorità giudiziaria.  

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©