Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sequestrati 220 Kg di stupefacenti

Traffico di droga tra nord Europa e Abruzzo: 8 arresti


Traffico di droga tra nord Europa e Abruzzo: 8 arresti
07/04/2011, 15:04

Due anni e mezzo di complesse indagini per disarticolare un’agguerrita organizzazione transnazionale dedita al narcotraffico, che operava dal nord Europa fino ad arrivare in Italia e in particolare in Abruzzo. Otto ordinanze di custodia cautelare emesse e sequestro di 220 Kg di sostanze stupefacenti. È questo l’esito a cui sono giunti i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di L’Aquila, supportati dai colleghi del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata di Roma. Nei confronti delle otto persone finite in manette vi è l’accusa di aver costituito una ampia associazione a delinquere composta da almeno diciannove persone, responsabili di un traffico internazionale di grossi quantitativi di eroina, hashish e marijuana, destinati alla fascia costiera dell’Abruzzo e nell’alto Lazio. L’organizzazione era ramificata anche in Olanda e in Germania, con stabili basi in particolare nel paese dei tulipani, dove poteva contare su soggetti olandesi e italiani, che si erano stabiliti lì, in grado di assicurare grosse partite di stupefacenti. Per questa ragione ai componenti dell’organizzazione è stata contestata la specifica aggravante del reato transnazionale, che prevede aumenti di pena da un terzo alla metà. Le indagini, intraprese prima del terremoto del 6 aprile 2009 e, per tale ragione, sospese per alcuni mesi per prestare soccorso ed assistenza alla popolazione, avevano già consentito di conseguire, nel tempo, numerosi sequestri di stupefacenti, in varie parti del territorio nazionale e l’arresto dei relativi corrieri. Il bilancio complessivo della droga sequestrato di 115 chili di hashish e 107 chili di marijuana, per un valore di oltre 3.000.0000 di euro, 4 autovetture, un camper, 13 telefoni cellulari, 19 sim card e denaro in contanti per 6.838 euro e di poter documentare l’elevata capacità di approvvigionamento e traffico dell’organizzazione.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©