Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I cuccioli provenivano dall'Est ed erano diretti in Liguria

Traffico illecito di cani fermato dalla Guardia di Finanza


Traffico illecito di cani fermato dalla Guardia di Finanza
05/02/2010, 19:02

GENOVA - Scoperto un traffico illegale di cani. A far venire la luce questo losco giro d’affari la Guardia di Finanza di Rapallo che ha sequestrato otto cuccioli di mastino "Dogue de Bordeaux". Si presume secondo le prime indagini che i cuccioli fossero destinati ad essere addestrati per le scommesse illegali. Infatti, questa razza è spesso usata per i combattimenti tra cani.
I cani venivano trasportati in stato di clandestinità, accompagnati da documenti falsificati, riuscendo così a eludere eventuali controlli delle forze dell'ordine, al confine e sulle strade. Dopo il sequestro, gli animali sono stati affidati alle cure dei veterinari dell'Asl 4 di Chiavari, per accertamenti e vaccinazioni. I cani erano chiusi in piccole gabbiette, tali da non permettere loro movimenti, esposti al freddo e con poca capacità d'aria. Il traffico illegale di animali, proveniente dalla Romania, è stato bloccato prima che i tre potessero vendere i cuccioli, che non erano stati sottoposti alle vaccinazioni obbligatorie previste dalla normativa comunitaria e nazionale.
A capo di questo giro, tre romeni di cui uno individuato come l'allevatore, che, per raggiungere migliaia di potenziali clienti di tutta Europa, utilizzava Internet. I tre sono stati denunciati per falsificazione di documenti e traffico illegale di animali. Secondo quanto spiegato dai finanzieri, i cuccioli sarebbero stati venduti a un prezzo di 600-800 euro l'uno, mentre il costo ufficiale di un esemplare si aggira intorno ai 2000 euro.

 

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©