Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un incidente in Tangenziale non può bloccare una città

Traffico infernale a Via Foria


Traffico infernale a Via Foria
20/09/2010, 19:09

Da sempre in via Foria si registra un traffico infernale che non riesce nemmeno ad essere mitigato dalla costante presenza di agenti della polizia municipale agli incroci principali. Stamani affermano i rappresentanti dell’associazione ambientalista Verdecologista Carmine Attanasio e Giacomo Della Guardia, con la città bloccata in più punti a causa di un incidente sulla tangenziale, la situazione è peggiorata a tal punto che decine di ambulanze non riuscivano a farsi spazio nemmeno con le sirene spiegate. Da anni contestiamo la mancanza di un adeguato piano traffico che affronti e risolva la situazione di caos e inquinamento che giornalmente si verifica nella zona Museo, via Pessina, via Foria, piazza Carlo Terzo, affermano Attanasio e Della Guardia. Gli stessi contestano la presenza dei semafori nella zona affermando che non servono e che, invece di essere posizionati sul giallo lampeggiante, sono addirittura aumentati di numero. Per risolvere il nodo traffico in quella zona – concludono i due esponenti ambientalisti – bisogna posizionare tutti i semafori della zona sul giallo lampeggiante, compresi quelli attorno alla galleria Principe di Napoli, eliminare il serpentone in via Foria e vietare la sosta nella stessa strada, nel tratto compreso tra via Duomo e piazza Carlo Terzo, ovviamente predisponendo nel contempo dissuasori di velocità attraverso il rialzo e la realizzazione di strisce pedonali non “a scomparsa dopo tre giorni”, come avviene a Napoli, ma realizzate con cubetti di porfido a due colori.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©