Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La donna ha confessato

Tragedia a Lecco, tre sorelline uccise dalla madre


Tragedia a Lecco, tre sorelline uccise dalla madre
10/03/2014, 10:27

Non può bastare la separazione di una coppia per spiegare un gesto tanto folle e disperato: dopo esser stata lasciato dal marito, una donna (e mamma) ha ucciso a coltellate le sue tre figlie di 13, 10 e 4 anni nella loro casa di Lecco.

Edlira Dobrushi, 37enne di origini albanesi, è crollata e poche ore dopo la tragedia ha confessato il triplice delitto delle sue bambine: “Sono stata io”.
Una tragedia nata dalla paura: "Sono sola. Non mi aiuta nessuno. Non ce la facevo più», avrebbe mormorato la donna ai medici che le prestavano i primi soccorsi". La separazione imminente dal marito, Bashkim Dobrushi 45 anni, da 15 in Italia, operaio metalmeccanico in un’azienda della zona, che era andato a vivere a casa di un fratello restando ugualmente vicino alla famiglia ma che aveva iniziato una relazione con un'altra donna.

Il racconto del colonnello Rocco Italiano è da brividi: "Una scena agghiacciante e terribile quella che si è presentata davanti a nostri occhi nel momento in cui siamo entrati in casa". Secondo gli investigatori, le tre figlie sono state uccise in locali diversi dell’abitazione e successivamente portate in una camera da letto dove i carabinieri hanno trovato i corpicini delle tre sorelline adagiati sul letto matrimoniale. Le armi usate dalla mamma per compiere il triplice delitto sarebbero due coltelli da cucina. La donna è stata arrestata con l’accusa di omicidio plurimo aggravato dal vincolo di parentela.

Il padre della bambine è stato rintracciato dai Carabinieri ed è del tutto estraneo alla vicenda. L'uomo si trovava in Albania in casa di alcuni familiari, nella cittadina di Kukes, al confine con il Kosovo: ha spiegato di essere andato a trovarli per spiegare ai parenti suoi e della donna, i motivi per cui avevano deciso di mettere fine al loro matrimonio.

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©