Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La donna stava pulendo un'impastatrice

Tragedia al salumificio Beretta, operaia muore schiacciata

Sgomento dei colleghi che hanno visto la sua "fine"

Tragedia al salumificio Beretta, operaia muore schiacciata
29/04/2011, 17:04

BARZANO’ (LECCO) – Schiacciata da uno dei macchinari con i quali stava lavorando. E’ morta così una donna di 46 anni residente vicino Lecco, che lavorava da diversi anni nel salumificio Fratelli Beretta SpA. La vittima, Manuela Tatiana Zecchina, stava pulendo come ogni sera la macchina impastatrice quando quest’ultimo si è acceso all’improvviso, imprigionandola e schiacciandola.
Una fine orribile, alla quale hanno assistito impotenti le colleghe della donna che inutilmente hanno anche cercato di sottrarla alle “fauci” dell’apparecchio. Manuela è deceduta così, circa un’ora dopo. “E' senz'altro un fatto funesto che ci addolora immensamente” – ha dichiarato Marco Riva, titolare del Salumificio Beretta – “perché non ci era mai successo e sono accadimenti che ti lasciano totalmente sgomento, senza nessun commento preciso da fare. Lavoriamo con la ditta per la quale operava la signora Manuela da trent'anni e le cause dell'incidente sono ancora da accertare. In ogni caso l'Asl, quando è venuta sul posto, ha appurato che non ci sono stati guasti all'impianto e che il fatto tragico è avvenuto per l'accensione accidentale della stessa macchina”.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©