Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo investito da un'auto guidata dai suoi colleghi

Tragedia durante un soccorso: muore pompiere

La Procura indaga su tre persone per omicidio colposo

Tragedia durante un soccorso: muore pompiere
29/12/2010, 21:12

SAVONA - Una tragedia ha da qualche ora scosso il comune di Bormida, nell'entro terra savonese: durante una delicata operazione di soccorso condotta sul Colle del Melogno, Ermanno Fossati, capo squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Finale Ligure, è stato investito da un veicolo guidato da un suo collega.
L'uomo, che aveva raggiunto con il fuoristrada di soccorso il luogo di un incidente automobilistico, è stato travolto da un altro mezzo guidato da un collega mentre tentava di aiutare gli occupanti di un'auto rimasta bloccata a seguito di un urto. Ancora poco chiare le dinamiche precise dell'incidente ma, dalle prime ricostruzioni fornite dagli inquirenti e riportate anche dal Corriere della Sera, sembra che pompieri si fossero recati al bivio tra Calice Ligure e Orco Feglino dopo aver ricevuto la segnalazione di un'autovettura in panne.
La Procura ha già aperto un'inchiesta sul tragico incidente e, tra le prime cause potenziali della tragedia, ci sono il ghiaccio e la neve che ricoprivano copiose la strada dove Fossati è stato ucciso. Inutili, purtroppo, i repentini soccorsi portati dal 118 e da un elicottero dei vigili del fuoco giunto sul posto per un trasporto d'urgenza in ospedale.

GLI INDAGATI
Al momento, la Procura sta procedendo d'ufficio contro tre indagati: il proprietario della Fiat Panda che ha chiesto soccorso dopo essere rimasto bloccato su di una strada non percorribile, il collega del capo squadra che era al volante dell'auto di servizio  ed il responsabile del parco veicoli dei vigili del fuoco. Secondo i primi accertamenti, infatti, pare che gli automezzi dei pompieri non fossero idonei per prestare soccorso nella zona teatro della tragedia a causa delle avverse condizioni metereologiche. Per tutti e tre gli indagati, comunque, pende l'ipotesi di omicio colposo.

IL FIGLIO FARA' IL POMPIERE
Il figlio 22enne di Fossati seguirà le orme del padre (il quale sarebbe andato in pensione il prossimo anno dopo 35 anni di servizio). Il ragazzo, svolge già da adesso servzio "discontinuo" nello stesso distaccamento dove lavorava la vittima.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©