Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’incidente sull’autostrada A3 all’altezza di Pompei

Tragico impatto in autostrada: muoiono due giovani


.

Tragico impatto in autostrada: muoiono due giovani
27/02/2010, 11:02

POMPEI – Impatto mortale in autostrada. Due giovani perdono la vita. Si tratta di Gaetano Rapacciuolo, 21 anni di Boscoreale, morto sul colpo, e di Pasquale Gallo, 24enne di Torre Annunziata, deceduto qualche ora dopo in ospedale.
L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di ieri, intorno alle 16, sull’autostrada A3 Napoli-Salerno. I due giovani viaggiavano a bordo di un’Audi A3 in direzione del capoluogo partenopeo. All’altezza dello svincolo di Pompei, subito dopo la curva, hanno perso il controllo della vettura, finendo contro il guardrail, prima a destra e poi a sinistra. Un impatto violentissimo, reso fatale probabilmente dall’alta velocità a cui viaggiavano i due ragazzi. Il manto stradale, reso viscido dalla pioggia, ha fatto il resto.
Ad allertare i soccorsi, alcuni automobilisti che in quel momento transitavano di lì. Sul posto sono intervenuti il personale della società Autostrade Meridionali, la polizia stradale, i Vigili del Fuoco, i tecnici del soccorso meccanico e i sanitari del 118. I medici, però, non hanno potuto far altro che constatare il decesso di Gaetano Rapacciuolo che è probabilmente morto sul colpo; Pasquale Gallo, che viaggiava con lui, è stato invece trasferito d’urgenza all’ospedale di Castellammare di Stabia. Le sue condizioni sono però subito apparse disperate. Troppo gravi il trauma cranico e le lesioni interne riportate: dopo qualche ora il cuore del 24enne, infatti, ha smesso di battere.
Intanto sul luogo dell’incidente, gli agenti della polizia stradale hanno effettuato i rilievi del caso e raccolto alcune testimonianze tra i testimoni dell’impatto mortale. Al momento, però, non sono ancora chiare le cause precise e la dinamica dell’incidente che ha stroncato due giovani vite. Rapacciuolo, si era trasferito da pochi mesi a Torre Annunziata, dove viveva con i genitori e la sorella; il 21enne frequentava la parrocchia della Madonna Liberatrice dei Flagelli a Boscoreale, sua città d’origine. Ed ora è l’intera comunità religiosa a piangerlo e ricordarlo come un bravo ragazzo, sempre sorridente e con tanti progetti per il futuro. L’amico, Pasquale Gallo, era di Torre Annunziata e proveniva da una famiglia di commercianti di prodotti ittici.
I due condividevano la passione per i cantanti neomelodici oltre ai sogni tipici dei vent’anni. Sogni drammaticamente infranti sull’asfalto.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©