Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Trasferta siciliana amara per il Napoli Basketball


Trasferta siciliana amara per il Napoli Basketball
18/11/2011, 09:11

CAPO D’ORLANDO: Alessandri 9, Casati ne, Benevelli 13, Crow 9, Albertinazzi 10, Zampolli 4, Damiani, De Min 7, Pellegrino, Zanelli 17. All. Perdichizzi.

NAPOLI: Sabbatino 10, Musso 19, Bastone ne, Mariani, Gatti 6, Iannilli 6, Rotondo 4, Rizzitiello 14, Guastaferro ne, Lenardon 2. All. Bartocci.

ARBITRI: Colasanti di Firenze e Lestingi di Anzio.

NOTE: Parziali 15-16, 25-31, 48-49. Usciti per falli Rotondo e Iannilli.



Secondo stop consecutivo per il Napoli Basketball, che esce sconfitto 69-61 dal PalaFantozzi di Capo d'Orlando. Per i partenopei torna in quintetto Andrea Iannilli dopo l'infortunio alla caviglia. L'Upea è costretta invece a rinunciare in extremis a Michele Cardinali. Il primo canestro del match è di Zanelli, al quale risponde Musso con due punti consecutivi. Napoli si porta sul 4-7 dopo tre minuti, ma Capo d'Orlando si affida a Benevelli (4 punti e 7 rimbalzi nel primo quarto) e Crow per un break di 9-4 che porta il punteggio sul 13-11. Si sbaglia molto da una parte e dall'altra, con i partenopei che si trovano presto ad affrontare problemi di falli. Un canestro di De Min porta l'Orlandina sul 15-13, poi dalla lunetta Sabbatino e Musso chiudono i primi dieci minuti sul 15-16.

Ancora i tiri liberi a farla da padrone in avvio di secondo quarto: per Napoli ci sono cinque punti di Sabbatino, mentre Zampolli al 24simo realizza il 21-21. Gli azzurri piazzano però un break di 8-0 grazie ai liberi di Iannilli e a due triple di Rizzitiello e Musso (11+7 nei primi 20'): a due minuti e mezzo dall'intervallo il punteggio è di 21-29. Zanelli prova a ricucire lo strappo con quattro punti consecutivi, poi Rotondo fissa il risultato sul 25-31 che chiude il primo tempo.

In avvio di frazione Capo d'Orlando approfitta del quarto fallo di Iannilli per riportarsi sotto: un break di 6-0 siglato da Zanelli e De Min riporta l'Upea a -2 (31-33). A questo punto sale in cattedra l'Ammiraglio Nelson Rizzitiello: due sue triple e un canestro di un vivace Paolo Rotondo riportano Napoli avanti di 10 (31-41). Ma i siciliani ricuciono presto lo strappo con due triple di Albertinazzi e il solito Zanelli. Si va all'ultimo riposo sul punteggio di 48-49.

Nell'ultima frazione si abbassano di nuovo le percentuali. Quattro punti di Alessandri portano i padroni di casa sul 54-53. Musso riporta avanti gli ospiti a quattro minuti dalla fine, poi Capo d'Orlando mette a segno un break di 6-0 con una tripla di Zanelli e gioco da tre punti di Crow. A due minuti dal termine è 60-55. Ancora l'argentino con quattro punti tiene in vita le speranze napoletane, ma poi commette un antisportivo su una palla persa. Il fallo sistematico non spaventa i siciliani, che chiudono la pratica dalla lunetta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©