Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'operazione dei carabinieri di Marina di Camerota

Trasportava rifiuti speciali nel Cilento, arrestato


Trasportava rifiuti speciali nel Cilento, arrestato
03/02/2009, 09:02


Trasportava rifiuti speciali, arrestato un rumeno a Marina di Camerota. I carabinieri della locale stazione, agli ordini del luogotenente Massimo Di Franco, nel corso di un servizio finalizzato alla salvaguardia dell’ambiente e della salute pubblica, hanno controllato D. M., 32 anni, coniugato, cittadino rumeno risultato domiciliato a Battipaglia. L’uomo è ritenuto responsabile di attivitá di raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti speciali pericolosi. Era sprovvisto dell’autorizzazione regionale. Quando è stato fermato dai carabinieri, era a bordo di un autocarro Fiat Iveco, di colore bianco, stracolmo di rifiuti pericolosi speciali e ingombranti, che fuoriuscivano dal cassone, per un peso totale di oltre dodici quintali. La verifica del carico ha consentito di rinvenire reti metalliche, quattro carcasse di ciclomotore, quattro lavatrici, una carcassa di cucina, tre grosse cisterne in ferro contenente residui di sostanze reflue, barre in ferro arrugginite, pezzi meccanici, tubi in rame e marmitte per ciclomotori. Insomma una vera e propria bomba ecologica che, quasi certamente, stava per essere abbandonata in qualche angolo del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.  L’arrestato, in attesa del processo per direttissima, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della compagnia di Sapri. Nei giorni scorsi la stessa sorte del rumeno era toccata a due uomini di Pagani, padre e figlio.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©