Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

TRASPORTI: DA STROMBOLI A ROMA PER MANIFESTARE CONTRO LA SOSPENSIONE DEL COLLEGAMENTO NAVALE


TRASPORTI: DA STROMBOLI A ROMA PER MANIFESTARE CONTRO LA SOSPENSIONE DEL COLLEGAMENTO NAVALE
20/01/2009, 11:01

 

Sono arrivati a Napoli stamattina alle sette a bordo della M/N Laurana della Siremar i cittadini di Stromboli diretti a Roma per manifestare contro la sospensione del collegamento navale in occasione del tavolo tecnico indetto dal Ministro Matteoli.
Quanti hanno assistito al Consiglio Comunale di Lipari, hanno avuto modo di diffondere le proposte che il Sindaco intende proporre e presentare al Ministro nell'incontro di oggi. Tali proposte, raccolte in un'ennesima mozione, propongono una razionalizzazione dei trasporti che solo in parte accoglie le richieste minime e vitali espresse dagli strombolani.
Ed in quanto minime e vitali”, ha commentato il presidente della circoscrizione Carlo Lanza, “non sono per noi negoziabili”.
Pertanto, ieri sera dall'isola di Stromboli tutti coloro che lo hanno reputato necessario si sono imbarcati alla volta di Napoli prima, e di Roma poi, dove giungeranno e manifesteranno alle ore 12 davanti al Ministero delle Infrastrutture, piazza della Croce Rossa 2.
Anche molti altri eoliani, residenti a Roma o nelle vicinanze, si uniranno a loro direttamente in piazza.


 
Si tenga presente che le otto ore di navigazione e le successive due di treno che abbiamo affrontato oggi per arrivare nella capitale, partendo la sera alle nove di sera ed arrivando alle dieci del mattino dopo ben tredici ore di viaggio – continua Lanza - sono ancora poche rispetto al tempo che sarebbe necessario per raggiungere Roma se fossimo davvero privati della nave per Napoli. Partendo alle tre del pomeriggio con l'aliscafo per Milazzo e proseguendo quindi in treno, infatti, si impiegherebbero addirittura sedici ore. Praticamente come andare in India”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©