Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Polemiche tra Regione e Consorzio

Trasporti: Unico Campania, sconti per gli studenti


.

Trasporti: Unico Campania, sconti per gli studenti
12/09/2009, 12:09


Aumentano gli sconti sugli abbonamenti mensili agevolati per studenti Unicocampania. La decisione è stata annunciata oggi dagli assessori ai Trasporti e all'Istruzione della Regione Campania, Ennio Cascetta e Corrado Gabriele, al termine di un incontro con il direttore del Consorzio Unicocampania, Antonietta Sannino. In considerazione della crisi economica in atto e per venire  incontro ulteriormente alle esigenze delle famiglie meno abbienti, la Regione Campania, si legge in una nota, "ha svolto in questi giorni un lavoro non facile di reperimento di nuovi fondi - di cui l'incontro di oggi è l'atto finale - ed è così riuscita ad aumentare di circa un milione di euro (per un totale di tre milioni) i contributi destinati a garantire agli studenti meno fortunati i ticket ridotti. Si tratta di circa 170mila abbonamenti mensili". Questi, in particolare, i nuovi sconti istituiti: per gli studenti con reddito uguale o inferiore a 18mila euro l'anno, lo  sconto passa dal 15% al 20%; per gli studenti con reddito uguale o inferiore a 12.500 euro l'anno, lo sconto passa dal 25% al 35%; per gli studenti con reddito uguale o inferiore a 6.967 euro l'anno, lo sconto passa dal 35% al 40%. I nuovi sconti saranno strutturali, in quanto per garantire gli abbonamenti agevolati per gli studenti per i prossimi anni la Regione ha intenzione di utilizzare risorse del Fondo Sociale Europeo 2007-2013. "La decisione di oggi è molto importante - spiega Cascetta - in quanto rappresenta un impegno significativo da parte della Regione in termini di risorse per garantire la massima mobilità alle fasce sociali maggiormente disagiate. Voglio ricordare che a queste agevolazioni si aggiungono quelle
che l'assessorato ai Trasporti garantisce poi per altre categorie deboli come i diversamente abili, per i quali abbiamo stanziato altri 2,4 milioni di euro per novemila abbonamenti". "Un segnale forte a favore degli studenti e delle famiglie - aggiunge l'assessore Gabriele - l'intervento, che durerà 4 anni, punta a garantire un'agevolazione a lungo termine, che può incidere in modo significativo e virtuoso sulle spese scolastiche complessive sostenute da famiglie già in difficoltà economica. L'azione di sconto ulteriore sul costo dell'abbonamento mensile è dunque il frutto di un'azione concertata per le politiche di accompagnamento agli studenti e alle famiglie in uno dei periodi più difficili per la nostra regione". "Il Consorzio ha, da sempre, molto a cuore le esigenze delle fasce socialmente deboli - sottolinea il direttore del Consorzio Unicocampania, Antonietta Sannino - Per questo siamo particolarmente soddisfatti dei risultati raggiunti con questo nuovo accordo che, non solo ripristina le agevolazioni a favore degli studenti ma, addirittura, le rende più vantaggiose".

LA POLEMICA
"La polemica che anima la discussione tra l' assessore regionale all' Istruzione Corrado Gabriele ed il direttore del Consorzio Unico Campania Antonietta Sannino è un'ulteriore meschinità nei confronti di cittadini già tartassati ed umiliati dall'assenza di impegno istituzionale da parte del governo locale". Lo affermano, in una nota, il consigliere regionale e comunale del Pd Pietro Mastranzo ed il capogruppo del Movimento civico al Comune di Napoli, Ciro Monaco. Mastranzo e Monaco intervengono in merito allo scambio di accuse, come riportato da alcuni quotidiani locali nei giorni scorsi, tra Regione e Consorzio circa le responsabilità del mancato conferimento mancato dei fondi destinati al finanziamento degli abbonamenti scolastici. "Il continuo rimbeccarsi sulle alterne competenze degli organi preposti - si legge nella nota - non rende giustizia a coloro che hanno già acquistato l' abbonamento per il mese di settembre a prezzo pieno e per i quali non sembra previsto alcun rimborso". "Non comprendo la ragione per cui gli utenti debbano esclusivamente recarsi presso la sede del Consorzio per acquistare gli abbonamenti, avendo disagi e notevole perdite di tempo, quando potrebbero acquistarli presso le tante rivendite autorizzate", aggiunge Monaco. Una "inspiegabile limitazione", che "rappresenta anche un mancato profitto per i punti vendita che, dietro regolare bando, si sono aggiudicati il diritto di esercitare legittimamente un'attività commerciale". "Anzi - prosegue Mastranzo - l'onere della distribuzione degli abbonamenti potrebbe essere affidato alle rivendite già presenti all'interno delle stazioni della metropolitana, così come potrebbe essere consentita l'acquisizione della documentazione prescritta per via telematica". "Un modo - conclude Mastranzo - per agevolare l' utenza e incrementare gli introiti dei rivenditori". Su questa problematica ed altre "discrasie che caratterizzano i rapporti di gestione del Consorzio Unico Campania con gli enti locali", assicurano i due consiglieri - saranno inoltrate "apposite interrogazioni al presidente della Regione e al sindaco di Napoli".
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©