Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Tre romeni aggredisco indiano. Fermati dalla Polizia


Tre romeni aggredisco indiano. Fermati dalla Polizia
04/06/2010, 12:06

Una vicenda, quella che si è consumata domenica sera, in Massa Lubrense, che ha dell’incredibile e per la quale, grazie ad un’intensa attività d’indagine da parte degli agenti del Commissariato di P.S. “Sorrento”, 3 cittadini di nazionalità romena, di età compresa tra i 22 ed i 25 anni, sono stati sottoposti a Fermo di P.G. perché responsabili, in concorso tra loro, di rapina, lesioni personali ed estorsione.
I tre cittadini romeni, recatisi in un ristorante in costiera, per festeggiare il matrimonio di un loro connazionale, hanno notato che, in quello stesso locale, vi era un cittadino indiano, a loro conosciuto, che svolgeva mansione di cameriere.
Dopo i festeggiamenti, infatti, un gruppo di romeni ha atteso che il cameriere finisse il turno lavorativo per aggredirlo, malmenarlo e rapinarlo dei soldi in suo possesso.
Motivo dell’accanimento nei confronti della povera vittima, nonché il violento pestaggio, è da ricondurre al fatto che il cameriere, aveva ricevuto un’altra offerta lavorativa come giardiniere e la cosa non era stata affatto gradita dai suoi aggressori, i quali ritenevano che tale occupazione sarebbe dovuta essere una “esclusiva” per la loro etnia.
Il cittadino indiano, riuscito a dileguarsi dai suoi aggressori è stato rintracciato dai poliziotti e, condotto in ospedale, medicato per ferite guaribili in 20 giorni.
Gli aggressori, nel corso del pestaggio, s’impossessavano anche della somma di €.50, custodita nel portafoglio della vittima.
Le immediate indagini condotte dai poliziotti hanno consentito di rintracciare 8 cittadini romeni.
D’intesa con la Procura della Repubblica di Torre Annunziata, è stata eseguita individuazione di persona, nel corso della quale la vittima riconosceva, senza ombra di dubbio, i suoi 3 aggressori.
I poliziotti hanno condotto i 3 cittadini romeni al carcere di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©