Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il tema è un’intercettazione telefonica con Moncada

Tremonti ascoltato sul caso Finmeccanica


Tremonti ascoltato sul caso Finmeccanica
05/07/2012, 12:07

L’ex Ministo dell’Economia Giulio Tremonti è stato ascoltato ieri dai pm di Napoli Vincenzo Piscitelli e John Henry Woodcock nella caserma dei carabinieri del Noe, riguardo l’intercettazione telefonica con Ignazio Moncada, amministratore delegato della Fata, Società del Gruppo di piazza Monte Grappa. Il tema della telefonata era il gruppo Finmeccanica e in particolar modo le future nomine del colosso della difesa.

Spunta nell’intercettazione il nome di Giuseppe Orsi, ex presidente e amministratore delegato di Finmeccanica ora al veritice di Augusta Westland, di cui Tremonti sembra preoccuparsi del suo destino. Inoltre viene affrontata rapidamente, sempre nel corso della telefonata, la questione della trattativa tra Stato e mafia. I due interlocutori ne parlano brevemente e allusivamente promettendosi di vedersi presto di persona. Su questo punto, durante il colloquio con i pm, sia Tremonti che Moncada si sono dichiarati estranei ai fatti dichiarando di conoscere la vicenda solo per averla letta sui giornali.

La pista che stanno valutando i Magistrati riguarda la presunta apertura all’estero di fondi neri ottenuti con fatture gonfiate e finte consulenze. Questi fondi potrebbero essere stati poi utilizzati per corrompere leader politici o raccomandare dei preferiti all’interno di Finmeccanica.

Altro argomento affrontato ieri a Napoli è stato sui contenuti di un’altra intercettazione risalente al 23 maggio scorso in un ristorante romano. Gli interlocutori erano Orsi e Ettore Gotti Tedeschi che parlavano di un fantomatico “sistema” e di un incontro con Moncada che assicurava Orsi di aver discusso della sua posizione con “persone importantissime”.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©