Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, avvisi di garanzia per omicidio e disastro colposo

Treno deragliato, indagati un medico e dirigenti


Treno deragliato, indagati un medico e dirigenti
13/08/2010, 09:08

NAPOLI - Nell'ambito dell'inchiesta sul deragliamento del treno della Circumvesuviana nei pressi della stazione di Gianturco lo scorso 6 agosto, la Procura di Napoli ha emesso tre avvisi di garanzia. Due dirigenti della Circumvesuviana e un medico dell'ospedale Loreto Mare sono i destinatari del provvedimento. Indagato per omicidio colposo il medico: il passeggero è morto in casa il 10 agosto dopo essere stato dimesso dall'ospedale. Attraverso un'autopsia saranno stabilite le cause del decesso. Gli avvisi di garanzia consentono agli indagati di nominare dei consulenti. L'estensione dell'imputazione riguardo alla morte di Carlo Cautiero, deceduto dopo essere stato dimesso dall'ospedale, ai dirigenti della Circumvesuviana è relativa all'ipotesi che la morte sia seguita all'incidente e non a cure sanitarie inesatte. Oltre al reato di omicidio colposo per i dirigenti sono ipotizzate disastro colposo oltre che lesioni colpose. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l'incidente non è dovuto soltanto alla negligenza del macchinista ma anche a seri problemi tecnici. I fatti relativi a questi aspetti saranno accertati da una consulenza tecnica affidata dai magistrati ad un esperto, che esaminerà la "scatola nera" e il minicomputer, in grado di registrare tutti i dati, che si trovava nella cabina di guida.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©