Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Trentasette indagati per pedofilia online


Trentasette indagati per pedofilia online
07/03/2009, 09:03

La polizia postale ha eseguito perquisizioni domiciliari in 29 città italiane nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Catania su divulgazione di materiale pedopornografico su Internet, nella quale sono indagate 37 persone. Gli investigatori hanno sequestrato numeroso materiale. Al centro delle indagini, avviate dal compartimento Sicilia orientale della polizia delle Comunicazioni e coordinate dal procuratore aggiunto Giuseppe Gennaro e dal sostituto Carla Santocono, la diffusione di foto e filmati di abusi su bambini attraverso un nuovo programma di scambio, peer-to-peer, denominato Limewire, che ha dato il nome all'operazione. La Procura di Catania ha autorizzato attività sotto copertura di agenti della polizia postale che si sono finti pedofili e hanno scoperto filmati pedo-pornografici. Le perquisizioni sono state eseguite a Catania, Palermo, Ragusa, Napoli, Caserta, Salerno, Ancona, Roma, Milano, Varese, Sondrio, Lecco, Brescia, Reggio Emilia, Piacenza, Firenze, Grosseto, Venezia, Vicenza, Verona, Pordenone, Udine, Torino, Alessandria, La Spezia, Bari, Foggia, Lecce e Taranto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©