Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Regolamentazione per le medie di San Fior e Godega

Treviso: il preside ordina agli studenti "Vestitevi tutti uguali"


Treviso: il preside ordina agli studenti 'Vestitevi tutti uguali'
13/04/2010, 10:04

TREVISO - Felpa azzurra per le ragazza, rossa per le ragazze; sotto una polo grigia o blu: questa la divisa che d'ora in poi dovranno indossare i 350 studenti delle medie dell'istituto comprensivo che comprende la "Sebastiano Barozzi" di San Fior e la "Vecellio" di Godega, due comuni limitrofi in provincia di Treviso. Questa scelta è stata presa nell'interesse degli studenti, secondo la preside: "La divisa risolve il problema dell'abbigliamento decoroso è un simbolo di democrazia e d'uguaglianza. Sviluppa un forte senso di identità, ma non solo. La divisa è un ottimo deterrente al bullismo e rappresenta una scelta di libertà, perché affranca ragazzi e genitori dal dover decidere ogni mattina cosa indossare, permettendo di avere più tempo ed energie da dedicare davvero a se stessi".
Ma la cosa più sorprendente è che non ci sono state proteste tra gli studenti. Tutti vestiti uguali, come tanti numeri (e non persone), andare a scuola tutti uguali: questa è la soluzione che li accontenta. Felpe e polo vengono fornite dalla scuola, grazie ad un contributo di 4000 euro della Banca della Marca e ai soldi pagati dai genitori: 12 euro per la felpa, 6 o 7 (a seconda della taglia) per la polo.
In zona una analoga iniziativa era già stata presa ad inizio anno dalla scuola media "Centro Storico" di Pordenone. E anche in quel caso senza alcuna reazione contraria. Però è un buon segno, per chi ci comanda: ormai la massificazione è totale, il cervello è stato buttato nella spazzatura e con esso tutte le peculiarità che ci distinguono. La prossima volta che ci ordineranno di buttarci a mare e di nuotare verso il largo, faremo la fine dei lemming felici e contenti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©