Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Treviso: madre e figlia uccise, parroco ipotizza movente religioso


Treviso: madre e figlia uccise, parroco ipotizza movente religioso
25/02/2009, 21:02

Un movente religioso dietro alla morte di Elisabetta Leder e la piccola Arianna: lo ipotizza Don Gino, il parroco del paese dove e' avvenuta la tragedia a Castagnole di Paese (Treviso). Il religioso ha infatti spiegato di aver battezzato qualche mese fa la bambina ma che alla cerimonia, cattolica, fattasi in chiesa "non ha partecipato il padre della piccola e nessuno dei familiari da parte di lui". Un battesimo fatto all'insaputa del padre? Possibile, secondo il sacerdote: alla scoperta dell'avvenuto sacramento il raptus di follia del 26enne che giustificherebbe la morte di entrambe le vittime. Insomma, la piccola sarebbe forse dovuta diventare una buona musulmana per il padre e invece, spiga don Gino "l'ho battezzata, a Castagnole, in chiesa, ed il papa' non c'era ed era in Marocco. Io mi domando: lui voleva o forse non voleva il battesimo? I genitori erano daccordo o non lo erano?".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©