Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

la donna aveva accumulato materiale per circa 2,5 mln

Treviso, rubava soldi azienda per abiti di lusso


Treviso, rubava soldi azienda per abiti di lusso
12/05/2013, 20:20

TREVISO - Aveva trasformato la sua abitazione di San Vendemiano (Treviso) in una vera e propria maison di moda.  Possedeva sei armadi distribuiti nelle stanze dei figli, perfino in garage e in cantina: oltre mille capi d'abbigliamento di marchi lussuosi, quasi tutti su misura ma anche accessori, scarpe, abiti da sera e vestiti di ogni genere. Però Silvia Canzian , 49 anni, era stata fermata dalla Guardia di Finanza di Conegliano, dopo che l’azienda per la quale lavora come contabile l’aveva denunciata per furto. Conseguenza: guardaroba sequestrato. La donna aveva accumulato un ingente patrimonio vestiario del valore di 1,8 milioni di euro.

 La mole di capi d’abbigliamento era tale che più della metà non sono mai stati indossati. Anzi, erano riposti ancora dentro la confezione e con tanto di etichetta. Gli ultimi tre abiti sono stati recuperati della Finanza direttamente in un negozio d'alta moda dove la 49enne avrebbe ritirato altri capi acquistati on line solo qualche giorno prima.

Il resto del denaro è stato investito per comprare un'auto (una Audi A6 Allroad) e in spese che sono sfuggite anche al lavoro delle Fiamme gialle (profumeria, estetista, parrucchiera) e probabilmente, siamo però nel campo delle ipotesi, in regali ad amiche e amici. Infine c'è il conto corrente della donna (quello da cui è transitato buona parte di questo fiume di denaro) che al momento del sequestro contava circa 110mila euro: spiccioli, anche tenuto conto del fatto che il reddito annuo dell'impiegata e del marito è di circa 100mila euro.

 Silvia Canzian, difesa dall'avvocato Patrizia Vettorel, comparirà di fronte al giudice nella prima udienza che la vede imputata per questi fatti, il 15 luglio prossimo. 

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©