Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Triplice omicidio a Gioia Tauro


Triplice omicidio a Gioia Tauro
29/08/2012, 18:52

RIZZICONI -  Il padre, Remo Borgese 48 anni e i due figli Antonio e Francesco di 27 e 21 anni rispettivamente sono stati uccisi a colpi di pistola nel pressi di Gioia Tauro, mentre il cugino Antonino Borgese è stato ferito ad una spalla.

Ancora non si conoscono l’assassino e il movente ma gli investigatori stanno vagliando diverse piste. La più convincente per il momento sembra essere una lite per una donna che avrebbe fatto infuriare un giovane ancora non reperibile. Il cugino, sopravvissuto, è stato interrogato senza però dare risposte concrete sul nome dell’assassino. L’unico elemento certo per ora sembra essere la presenza di un’auto grigia sul luogo del delitto.

Il triplice omicidio è avvenuto intorno all’una di notte, quando uno dei due figli di Remo Borgese avrebbe avuto una lite con il misterioso assassino, il quale, forse aiutato da un complice, avrebbe sparato contro le vittime.

Le vittime erano tutte incensurate. Il padre era un assicuratore mentre i figli gestivano una compagnia per il soccorso stradale. Antonino è tuttora ricoverato all’ospedale di Polistena, ma i medici assicurano che è fuori pericolo di vita.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©