Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Black out in due impianti

Tromba d'aria sull'Ilva di Taranto: un disperso e 20 feriti


Fotografia presa dal TG di Sky
Fotografia presa dal TG di Sky
28/11/2012, 16:15

TARANTO - Un violento nubifragio e una tromba d'aria hanno colpito oggi Taranto con estrema violenza. Sono stati danneggiati anche gli impianti dell'Ilva, tra cui alcune ciminiere. Una gru è caduta in mare, a causa del forte vento che ha sbilanciato la struttura. Per ora ci sono informazioni certe su una ventina di feriti, di cui due sono caduti in mare; ma non è un bilancio definitivo. I Vigili del Fuoco sono sul posto. Per precauzione è stata ordinata l'evacuazione dell'impianto, dato che i danni alle ciminiere rischiano di creare un incendio o una esplosione all'interno della fabbrica. Infatti il forte vento e un fulmine hanno incendiato i gas di scarico dell'azienda. 
Ma i danni non sono solo all'Ilva. La linea FS è stata bloccata tra Bari e Taranto, con i passeggeri di un treno che sono stati trasbordati su un pullman per raggiungere la destinazione. 
Danni anche ad una scuola a Sette, in provincia di Taranto, a causa del forte vento scatenatosi già nella notte.  

AGGIORNAMENTO ORE 16.15 - Black out totale all’Ilva di Taranto. Il maltempo non frena il suo impeto e nel primo pomeriggio di oggi un fulmine si è abbattuto sullo stabilimento pugliese. Senza energia gli impianti di lavorazione della ghisa e le cokerie, dove è stata colpita una torre alta circa 80 metri. Dallo stabilimento si è levata un'enorme nube nera e fiamme altissime. 
Al momento il bilancio è di ventiquattro feriti ed un disperso. Venti feriti hanno riportato contusioni lievi e sono stati medicati nell'infermeria del siderurgico. Quattro di loro, invece, sono stati condotti all'ospedale Santissima Annunziata di Taranto per cure ed accertamenti. Quanto al disperso, si tratta di un gruista che era in servizio al momento in cui la tempesta ha trascinato la gru in mare incagliandola a venti metri di profondità.

 

 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©