Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Attivo oggi un nuovo servizio per imprenditori e ricercatori

Trombetti: “Uno strumento a disposizione delle PMI”


Trombetti: “Uno strumento a disposizione delle PMI”
29/11/2010, 14:11

Città della Scienza ha attivato, con il proprio Sportello Regionale Ricerca e Innovazione Campania In.Hub, un servizio di orientamento e informazione per imprese, università e istituti di ricerca, sul Bando PON RICERCA E COMPETITIVITÀ 2007-2013 del 29 ottobre 2010, che destina alla Campania 290 milioni di europer lo sviluppo del potenziale scientifico e tecnologico della regione. Il Bando PON 2007 – 2013 del MIUR – Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca – rappresenta un’importante opportunità di crescita in competitività ed innovazione, per le imprese ed i laboratori delle Regioni dell’obiettivo Convergenza, tra cui la Campania. I distretti e i laboratori già esistenti sono chiamati a sviluppare progetti di ricerca per il potenziamento delle proprie attività. I nuovi soggetti che intendono costituire nuove aggregazioni pubblico-private sono invece chiamati a presentare uno studio di fattibilità. L’impegno finanziario stanziato dal MIUR ammonta complessivamente a 915 Milioni di Euro. Alla Campania sono destinati 290 milioni di euro, di cui 220 per lo sviluppo di nuove aggregazioni e 70 per il potenziamento di quelle già esistenti. Lo sportello Campania In.Hub, attivo presso il BIC di Città della Scienza SpA, informa e orienta imprenditori e ricercatori interessati a partecipare all’avviso, attraverso l’assistenza di esperti dedicati e un servizio di ascolto e approfondimentoche si articolerà in schede informative dettagliate, incontri tecnici e attività di animazione territoriale, allo scopo di favorire l’adesione al Bando.

L’accesso a Campania In.Hub è multi-canale:
- web - www.bic.cittadellascienza.it
- mail - bic@cittadellascienza.it
- telefono - 081.7352.447 – 519
- front-office presso il BIC di Città della Scienza SpA (via Coroglio, 57 Napoli)

Campania In. Hub è il primo servizio della Rete Regionale dell'Innovazione e del Trasferimento Tecnologico, in via di costituzione e promossa dall’Assessorato all’Università e Ricerca Scientifica della Regione Campania. Due le tipologie di servizi erogati attraverso lo Sportello. Servizi di informazione e orientamento e servizi specialistici, con riferimento alle quattro aree: Creazione d’Impresa, Trasferimento tecnologico, Partnership e networking europeo ed internazionale, Finanza per l’Innovazione. “L’attivazione dello Sportello Regionale per la Ricerca e l’Innovazione – spiega Guido Trombetti, Assessore regionale alla Ricerca - fa parte di un progetto strategico che rafforza ulteriormente il sistema regionale per l’innovazione. In questo modo le PMI hanno a disposizione uno strumento concreto per essere aiutate a “consumare” più innovazione ed elevare la competitività del tessuto produttivo regionale. Si tratta di un passo in avanti significativo e di valore che ci aiuta a costruire la mappa del fabbisogno per meglio incrociarla con quella delle competenze. Le imprese, le università, i centri di ricerca, infatti, vanno opportunamente indirizzati sia sul lato della domanda di innovazione che su quello dell'offerta”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©