Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' una società svizzera "Aurora" fallita il 29 marzo scorso

Trovata la "cassaforte segreta" con i milioni della Lega


Trovata la 'cassaforte segreta' con i milioni della Lega
30/04/2012, 09:04

LUGANO (SVIZZERA) - I Pubblici Ministeri di Napoli e di Reggio Calabria pare abbiano trovato dove sono finiti una parte dei soldi della Lega Nord. Spulciando tra i documenti sequestrati a Francesco Belsito, l'ex tesoriere della Lega, si è verificata la presenza di una società "Aurora", con sede in Svizzera. Qualche facile controllo e si è verificato che si trattava di una società a responsibilità limitata, chiusa improvvisamente il 29 marzo scorso, cioè appena dopo l'avviso di garanzia a Belsito e appena dopo che era scoppiato lo scandalo nella Lega. Il sospetto è che questa società servisse non solo come cassaforte della Lega, ma anche nei rapporti con la 'ndrangheta. Per questo sono state avviate le rogatorie per ottenere dalla Polizia svizzera maggiori informazioni. Intanto già si è appurato che la società era intestata a "Franco Domenico Belsito", probabilmente lo stesso ex tesoriere della Lega. La società era stata fondata nel novembre 2010 da un tale Giovanni Russo, su cui i Pm hanno deciso di indagare; poi ceduta al nuovo proprietario qualche mese dopo. Tre spostamenti (creazione, cessione e chiusura) in 16 mesi: un po' troppo movimentata per essere una società innocua.
Per di più parliamo di una società che si sarebbe dovuta occupare di " lavori edili e marittimi , gessatura, idraulica, sanitari, impianti, ristrutturazioni, manutenzione di parchi ed altre attività"; difficile che non abbia trovato lavoro.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©