Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Il Pm Guariniello apre un altro fascicolo di inchiesta

Trovati metalli pesanti nelle sigarette elettroniche


Trovati metalli pesanti nelle sigarette elettroniche
13/06/2013, 17:06

ROMA - Piombo, cadmio, cromo, arsenico... sono alcune delle sostanze che la rivista "Il Salvagente" ha trovato analizzando sei liquidi che vengono inesriti e fumati nelle sigarette elettroniche. In particolare la marca Louisville  ha contenuti di arsenico più alti di quelli ammessi per l'acqua potabile. Le analisi sono state fatte presso il dipartimento di Farmacia dell'Università Federico II di Napoli. 
Il problema è che non c'è alcuna regolamentazione in materia e quindi nessun divieto esplicito. Tanto è vero che il Procuratore Guariniello, della Procura di Torino, ha aperto un nuovo fascicolo su questa novità, parallelamente ad un altro fascicolo conoscitivo aperto sulle sigarette elettroniche. Tuttavia, la maggior parte dei produttori stanno all'estero, quindi al di fuori della possibilità di intervento di una Procura italiana. E i venditori, finchè non si saprà con certezza che cosa contengono o finchè non si dimostrerà che sono pericolose per la salute, potranno continuare a venderli. Il punto è che non si sa quanto facciano male queste sostanze una volta inalate con la sigaretta elettronica. Quindi, dove porre il limite di salvaguardia? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©