Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Potrebbe trattarsi del corpo del 21enne scomparso a luglio

Trovati resti umani vicino Foggia. Forse di Cosimo Salvemini

Sarà l'esame del dna a rivelarne l'identità

Trovati resti umani vicino Foggia. Forse di Cosimo Salvemini
10/12/2012, 18:47

AMENDOLA (FOGGIA) - I resti di una persona sono stati scoperti dalla polizia nelle campagne tra Foggia e Manfredonia, nel corso delle indagini sulla scomparsa di Cosimo Salvemini, un ragazzo di 21 anni scomparso lo scorso luglio. Il sospetto che il giovane sia stato vittima della cosiddetta 'lupara bianca', in un agguato di mafia, potrebbe essere avvalorato dalla scoperta dei resti umani nei pressi dell'aeroporto militare di Amendola, in provincia di Foggia. Alle ricerche hanno preso parte gli investigatori della Squadra mobile di Foggia e del Commissariato di Manfredonia e i carabinieri. Ora toccherà al medico legale accertare le cause della morte e l'identità della vittima, se si tratta realmente di Cosimo Salvemini.
Il giorno della scomparsa, il 18 luglio scorso il ragazzo aveva accompagnato la fidanzata con il suo Piaggio Liberty bianco. Lo scooter fu trovato 3 giorni dopo in località Acqua di Cristo con le chiavi ancora inserite nel quadro comandi e con il casco poggiato sul sellino. Il ritrovamento di questi resti umani, secondo gli investigatori, "non sarebbe stato casuale, ma scaturito al termine delle indagini sulla scomparsa del ragazzo". I resti sono stati trovati sotto un metro e mezzo di terreno in un canalone prosciugato, a un centinaio di metri da una strada provinciale perpendicolare alla statale 89. Gli investigatori hanno trovato anche un braccialetto dello stesso tipo di quello indossato dal ragazzo, come ha riferito la madre di Salvemini.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©