Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Il raggiro ammonterebbe a 20 milioni in tre anni

Truffa alla Provincia di Bari: arrestati due imprenditori

Sono i fratelli Antro, amministratori del consorzio Sigi

Truffa alla Provincia di Bari: arrestati due imprenditori
27/03/2012, 14:03

BARI – Truffa aggravata e continuata ai danni della Provincia di Bari e di sei Istituti bancari e falso in atto pubblico: è con queste accuse che la Guardia di Finanza ha arrestato e posto ai domiciliari i fratelli Alviero ed Erasmo Antro, entrambi imprenditori e amministratori pro tempore del consorzio Sigi, che si occupava di manutenzione stradale per conto della Provincia di Bari. I finanzieri hanno anche sequestrato diversi loro beni (tra questi le ville a Bari, a Cortina, Rosa Marina e in Sardegna).
Entrambi i fratelli, il primo di 45, il secondo di 48 anni, erano a capo di un gruppo industriale specializzato nella costruzione e manutenzione stradale e nella costruzione di segnaletica e cartellonistica stradale: si tratta del consorzio Sigi, che dal 2007 aveva l’appalto dei lavori per la manutenzione della rete stradale di competenza della Provincia di Bari, per un importo di oltre tre milioni di euro l’anno. Secondo le indagini, i due imprenditori avrebbero ceduto alle banche, dal 2008 al 2011, crediti con la Provincia non dovuti.
L’operazione che li ha smascherati è stata denominata “On the road”: è emerso che la truffa ammonterebbe a oltre 20 milioni di euro in poco più di tre anni (ottobre 2008 - marzo 2011). Alviero ed Erasmo Antro sarebbero riusciti a organizzare e attuare una truffa milionaria all’ente pubblico e alle banche: una vera e propria attività illegale, che è stata scoperta grazie alla denuncia del dirigente del Servizio Viabilità e Trasporti della Provincia di Bari, che nel settembre dello scorso anno decise di rivolgersi alla Procura, proprio per evidenziare una serie di irregolarità nella gestione dell’appalto affidato al Consorzio.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©