Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il danno per l’istituto è di un milione e trecentomila euro

Truffa all’Inpdap: in 13 riscuotevano le pensioni di defunti


Truffa all’Inpdap: in 13 riscuotevano le pensioni di defunti
03/02/2012, 11:02

PALERMO – Hanno truffato l’Inpdap per un valore pari a un milione e trecentomila euro. Sono tredici le persone ora indagate per questa maxi frode: tutte hanno intascato, in qualità di “delegati”, le pensioni di soggetti che in realtà erano deceduti da diverso tempo. Una di queste è addirittura riuscita a percepire la pensione fasulla per ben 26 anni dalla morte del vero beneficiario. I truffatori sono stati individuati grazie ad una operazione condotta proprio per verificare anomalie sulle posizioni pensionistiche Inpdap: una volta identificati, gli individui sono stati intercettati in diverse città siciliane (Palermo, Bagheria, Termini Imerese, Cefalù, Carini e Partinico). Cinque degli indagati sono stati sorpresi nel momento in cui, alle Poste, ritiravano la pensione indirizzata ad altri beneficiari defunti. L’operazione ha portato così al sequestro di cinque conti correnti, con un saldo di oltre 800 mila euro, due libretti di deposito e il denaro contante riscosso presso gli sportelli postali (7 mila euro circa).

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©