Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In manette dieci romeni, tre italiani e quattro egiziani

Truffa telematica su conti correnti, 17 arresti per phishing


Truffa telematica su conti correnti, 17 arresti per phishing
11/03/2010, 21:03

PERUGIA. Una truffa telematica da un milione di euro.
17 persone sono state arrestate tra la Romania e le province di Milano, Padova e Novara. In manette dieci romeni, tre italiani e quattro egiziani, 47 invece gli indagati a piede libero. L’accusa è associazione per delinquere finalizzata a intrusione informatica, truffa, falsificazione di documenti, furto e detenzione abusiva di codici di accesso.
L’operazione è stata condotta dalla polizia postale di Perugia in collaborazione con agenti della Polposta dei compartimenti di Lombardia, Piemonte e Veneto, nonché l’Interpool e la polizia romena. Secondo l’accusa, i componenti della banda che operava tra Lombardia e Piemonte si sarebbero impossessati di centinaia di password per l’accesso tramite Internet a conti correnti per poi prosciugarli. Centinaia le vittime cadute nella rete dei criminali informatici, soprattutto in Umbria con un danno che secondo le prime stime si aggira intorno al milione di euro. Un cospicuo bottino che veniva trasferito in Romania dove secondo gli inquirenti c’era la mente dell’organizzazione criminale. I truffatori creavano false pagine di istituti di credito con l’obiettivo di cogliere dati per prosciugare i conti correnti. Nelle e-mail invitavano gli utenti ad accedere a siti delle Poste italiane o di banche. Il link non portava però ai siti originali. Le indagini sono partite nell’aprile dello scorso anno dopo una denuncia presentata per una somma di denaro risultata depositata fraudolentemente su una carta Postepay.

 

 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©