Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

I fratelli avevano raggirato una donna disabile

Truffe agli anziani, 2 arresti a Napoli


Truffe agli anziani, 2 arresti a Napoli
01/04/2010, 14:04

NAPOLI - Fratelli e truffatori di anziani della Napoli 'bene' sono stati arrestati dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli per aver perpetrato una truffa ai danni di una donna di 82 anni. Salvatore ed Erennio Perella, rispettivamente 40 e 27 anni, residenti a via Filangieri e via Melisurgo, nel centro dello shopping e della movida partenopea, sono accusati di truffa aggravata nei riguardi di una donna disabile. La loro anziana vittima e' stata contattata telefonicamente da uno dei due che, qualificandosi per avvocato, le riferiva che il figlio aveva causato un incidente stradale e non aveva una copertura assicurativa. Era necessario quindi che la donna versasse 3mila euro per affrontare eventuali spese legali, altrimenti sarebbe stato arrestato. Il meccanismo pero' si e' inceppato, e i due sono finiti in manette. Dopo aver messo a segno infatti il colpo con la donna anziana e disabile ieri, i due sono stati riconosciuti da poliziotti della sezione antirapina mentre percorrevano la zona ospedaliera a bordo di una auto Smart in direzione del centro.Fermati per un controllo in via Flavio Gioia, sono stati trovati in possesso di 3.040 euro di cui non sapevano giustificare il possesso. Attraverso la banca dati del Ministero dell'Interno sono emersi i precedenti di Erennio Perrella per truffa aggravata; un espisodio del 2005 a Salerno di cui fu vittima un anziano cui furono sottratti 500 euro con la tecnica del falso agente assicurativo. E poi quelli di Salvatore, reiterate truffe, possesso ingiustificato di valori, falso, reati contro la persona, rapina ricettazione e altro, nonche' una denuncia nel 2005 ad Aversa per tentata truffa ai danni di anziani, un arresto del 2000 per lo stesso motivo e una denuncia nel 1999. Considerati i precedenti, accertato che in in qull'orario non erano stati commessi rapine o furti, gli agenti hanno contattato i condomini di vari palazzi, rintracciando l'82enne che aveva dato loro il denaro. Erennio Perrella aveva anche finto di telefonare al figlio della donna, ma la disabile si era resa conto che al cellulare non sentiva la voce del figlio. Cosi' il truffatore era scappato con il denaro, raggiungendo il fratello Salvatore in auto ad attenderlo. La polizia ha sequestrato cellulari, Smart e due orologi d'oro dei truffatori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©