Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Turismo a Salerno, Pizzorno: passi importanti


Turismo a Salerno, Pizzorno: passi importanti
11/08/2011, 12:08

Buono il trend della provincia di Salerno per quanto riguarda i flussi turistici anche se ha conosciuto stagioni migliori. Tra le tipologie più ricercate il turismo verde continua a crescere, così come il fitness e il benessere. Buona anche la dinamica del turismo culturale mentre continua a primeggiare la vacanza balneare. Dall’indagine effettuata dall’E.P.T. di Salerno, basata su un campione rappresentativo di 230 operatori di strutture ricettive della  provincia, divisi per macro aree e contattati nei giorni 4-5-6-8-9 agosto, emerge, in generale, una sostanziale ripresa del settore con non rare percentuali da ‘tutto esaurito’, soprattutto nei week end di agosto e nella settimana di Ferragosto.  Vediamoli nel dettaglio: in Costa d’Amalfi, le strutture ricettive registrano, in media, una percentuale di occupazione pari a circa il 90% nel periodo luglio-fine agosto. Questa previsione potrebbe avere un ulteriore incremento durante il ponte di Ferragosto in considerazione del sempre crescente numero di turisti attratti dal last minute. I turisti provenienti dalla Gran Bretagna rappresentano la percentuale più alta (circa il 25%); seguono gli statunitensi (circa 11%), i russi e gli scandinavi (circa 6%). In lieve calo i tedeschi e i francesi che raggiungono l’8% . La presenza degli italiani mantiene la percentuale della scorsa estate pari al 47%. Salerno città  continua a rafforzare l’immagine di destinazione turistica, ma gli operatori riferiscono indici occupazionali sensibilmente inferiori a quelli registrati in Costa d’Amalfi.  Negli alberghi del centro la disponibilità di posti letto, anche nel periodo di Ferragosto, mediamente oscilla tra il 20% ed il 30%. Affluenza scarsa nel comparto extralberghiero, rappresentato da B&B ed affittacamere. Cilento e Vallo di Diano nel complesso  fatica a mantenere i livelli medi raggiunti la scorsa estate. A garantire percentuali positive negli alberghi a quattro stelle è la clientela fidelizzata; in crescita le affluenze nei villaggi turistici che hanno come target di riferimento le famiglie con bambini e che garantiscono un proficuo rapporto qualità-prezzo. Nel Comune di Contursi inoltre regge il comparto wellness con percentuali del 90%. Il polo termale, negli ultimi anni, ha completamente rinnovata ed arricchita l’offerta legata al termalismo, elevando gli standard dei servizi e diventando un punto di riferimento per uno dei settori maggiormente in crescita nel panorama nazionale.  
Pisciotta, Palinuro, Camerota e le località costiere del Golfo di Policastro registrano un turismo per lo più strutturato sulla presenza di interi nuclei familiari, spesso di ritorno nei luoghi d’origine, così come i tanti paesi del Parco Nazionale. A fronte di un calo nella presenza di tedeschi (orientati verso destinazioni emergenti come Turchia e Croazia oltre che su quelle tradizionali come Spagna e Grecia) si registra la sostanziale apertura al nuovo mercato scandinavo, norvegese in particolare.  Soddisfatto  il Commissario Straordinario Ilva Pizzorno che afferma: “La provincia di Salerno consolida l’immagine di un territorio dal forte appeal turistico, capace di interessare i mercati nazionali ed esteri e di attrarre flussi di visitatori da ogni parte del mondo. Chi decide di scegliere la Costa d’Amalfi o il Cilento si assicura un soggiorno di qualità e dalle grandi suggestioni. I numeri che stanno maturando in quest’estate dimostrano che il comparto ricettivo cilentano sta compiendo passi importanti sulla strada tracciata in Costa d’Amalfi, destinazione matura e di assoluta eccellenza.
Nel realizzare le linee generali dell’Assessorato regionale al Turismo e Beni Culturali, l’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno continuerà ad adottare strategie di valorizzazione e promozione dentro e fuori i confini nazionali, creando occasioni di continua crescita nel rapporto tra offerta turistica territoriale e domanda nazionale ed estera a partire già dal prossimo Travel Trade Italia di Rimini, appuntamento fieristico di spessore internazionale al quale, in ottobre, l’EPT di Salerno rappresenterà la Campania interessata a riaffermare le peculiarità della sua impareggiabile offerta turistico-culturale”.  
  

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©